Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

FAQ - Notarile

 

FAQ - Notarile

1) Quali sono le pratiche che svolge l'Ufficio Notarile del Consolato?
    L'Ufficio Notarile si occupa delle seguenti pratiche:

a) Autenticazioni/legalizzazioni di firme;
b) Richiesta del Codice fiscale;
c) Notifiche e rogatorie;
d) Revoca di procure redatte;
e) Atti di rinuncia ed accettazione eredità;
f) rilascio di dichiarazione di valore per titoli di studio conseguiti nel Baden-Württemberg;
g) richiesta di radiazione al PRA per autovetture immatricolate nella circoscrizione consolare;
h) Pratiche di Volontaria Giurisdizione.

2) Devo fare una delega o una procura. Come devo fare?
    Dal 1° gennaio 2012 le funzioni notarili del Consolato sono assai limitate.
Vi sono due possibilità:

a) farsi rilasciare da un notaio italiano la procura in forma di scrittura privata completa in ogni sua parte;
recarsi da un notaio tedesco al fine di far autenticare la propria firma tradurre l'autentica della firma (se necessario) rivolgendosi ad un
traduttore giurato con firma depositata presso questo Consolato Generale (lista dei traduttori giurati) legalizzare la firma del traduttore presso l’ufficio notarile di questo Consolato Generale (non necessita appuntamento);
b) recarsi da un notaio tedesco e farsi rilasciare integralmente la procura e poi seguire quanto sopra riportato ai punti riguardanti la traduzione e la legalizzazione della firma.

3) Il Consolato non svolge più funzioni notarili?
    Alla luce della vigente normativa le sue funzioni notarili sono assai limitate. Ove si riscontri un'oggettiva e documentata impossibilità di rivolgersi ad un notaio in loco, l'ufficio consolare può ricevere, quando il ritardo possa recare pregiudizio al cittadino italiano, atti che rivestono carattere di necessità ed urgenza che dovranno essere valutati caso per caso.

4) E’ deceduto un parente e devo aprire la successione. Come mi comporto?
    La successione ereditaria o testamentaria viene aperta, entro dodici mesi dalla data del decesso, presso l'Agenzia delle Entrate del Comune di iscrizione AIRE.
    Chiaramente se il de cuius ha lasciato solo beni in Germania allora la successione viene aperta solo in Germania (Nachlassgericht).

5) La persona è deceduta in Germania e ha lasciato beni sia in Germania che in Italia. Basta aprire una sola successione?
    No. Si deve aprire la successione in Germania presso il Nachlassgericht competente e, successivamente, presso l'Agenzia delle Entrate in Italia.

6) Che cosa è cambiato dal 17.08.2015 in materia successoria?
    A partire da tale data sarà infatti possibile, per la prima volta, scegliere se applicare le regole civilistiche del Paese in cui si trova l'immobile o quelle del Paese in cui risiede stabilmente il de cuius. Da agosto, quindi, in tutti Paesi dell’Unione europea ad accezione di Gran Bretagna, Irlanda e Danimarca che non hanno sottoscritto il nuovo regolamento, chi ha più di una cittadinanza e chi risiede in un paese diverso da quello di nascita (vedi i nostri connazionali iscritti all'AIRE) potrà decidere quale diritto successorio applicare. Tale loro decisione deve chiaramente essere contenuta nelle loro disposizioni testamentarie. Si consiglia di consultarsi con un notaio.

2) Può rivolgersi chiunque all’Ufficio Notarile per richiedere il rilascio di un atto notarile?
    No. Il servizio dell'Ufficio Notarile è destinato esclusivamente a cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare previo appuntamento: lasconsnot.stoccarda@esteri.it

Vai alla pagina dell'Ufficio notarile



222